„PRONTI PER COMPITI IMPEGNATIVI?“

La produzione del futuro

Cicli di vita dei prodotti più brevi, un numero crescente di varianti e margini di sviluppo e time-to-market sempre più stretti fanno del tempo un fattore concorrenziale decisivo. Velocità, flessibilità, scalabilità ed efficienza sono pertanto le premesse per la produzione del futuro. La produzione di parti metalliche richiede un concetto generale coerente e altamente standardizzato che sia compatibile con le singole sotto-aree. È la chiave per poter affrontare i compiti futuri in modo scalabile. Su questo sfondo, la Otto Bihler Maschinenfabrik mostra i concept che ha in serbo per la produzione di componenti, dalla prototipazione alla produzione di gruppi assiemati, passando per lotti di piccole, medie e grandi dimensioni.

Che si tratti di uno smartphone o un'automobile, un computer portatile o un televisore: i nuovi prodotti arrivano sul mercato sempre più velocemente e allo stesso tempo i cicli di vita dei prodotti si accorciano drasticamente. Oggi, per esempio, spesso passano solo tre o quattro mesi prima dell’ingresso nel mercato di nuovi computer portatili o desktop, dato il numero sempre in crescita di innovazioni e nuove prestazioni. E mentre negli anni ‘70 nel settore automobilistico il ciclo di vita del prodotto per i veicoli era ancora di otto anni in media, negli anni ‘90 è passato a soli tre. Oggi, un'automobile riceve il suo primo restyling dopo due o tre anni al massimo, mentre nel settore degli smartphone in un simile lasso di tempo arrivano sul mercato modelli completamente nuovi. Poiché la durata di vita dei prodotti si è ridotta drasticamente, lo stesso vale per i tempi di sviluppo. La riduzione dei tempi di vita e di sviluppo non è solo dovuta al progresso tecnico e ai desideri dei clienti, ma anche alla concorrenza. Dopo tutto, ci sono innumerevoli fornitori sul mercato globale per una stessa linea di prodotti, e soprattutto nei mercati saturi, i produttori devono offrire costantemente prodotti nuovi e innovativi per distinguersi dalla concorrenza. Parallelamente a questo sviluppo, il numero di varianti di un prodotto sta aumentando significativamente. Negli anni '80, per esempio, la gamma di modelli Mercedes-Benz comprendeva solo cinque modelli, mentre oggi comprende circa 30 tipi. E anche all'interno di ogni singolo tipo di modello, vi sono sempre più opzioni di selezione e configurazione per il cliente, che ora ha a disposizione ben oltre un migliaio di varianti per il rivestimento delle porte o del tetto di un veicolo, per esempio.

Il tempo come fattore di successo

La riduzione dei cicli di vita dei prodotti, la crescente diversità delle varianti e i periodi di sviluppo e di time-to-market sempre più brevi portano in ultima analisi il fattore tempo a diventare l’indicatore centrale e decisivo per il successo, e questo in tutta la catena del valore. Naturalmente, questo vale anche per la produzione di componenti in metallo. “Il tempo necessario per lo sviluppo del processo dall'idea al prodotto finito sta giocando un ruolo sempre più decisivo, e la velocità sarà cruciale in futuro per aggiudicarsi ordini e produrre con successo”, spiega Mathias Bihler. Per raggiungere questa velocità nello sviluppo dei processi, è imperativo per i produttori progettare i loro processi di sviluppo e di creazione di valore aggiunto in modo efficiente e quindi essere in grado di reagire rapidamente, in modo flessibile e, in ultima analisi, anche economicamente conveniente alle esigenze dei clienti e del mercato – questo significa, in definitiva, differenziarsi dalla concorrenza. E nella produzione, l'orologio inizia a ticchettare già con la prima richiesta del cliente. “Fin dalla prima richiesta di un componente, l'obiettivo è formulare affermazioni sulla fattibilità nel modo più veloce e preciso possibile, nonché quantificare i costi per lo sviluppo, l’utensile, i processi e il componente stesso, compresa l'ulteriore produzione industriale. Un altro fattore decisivo è la rapidità con cui possono essere consegnati i primi pezzi campione”, spiega Mathias Bihler. Solo chi riesce a ridurre notevolmente il tempo necessario per arrivare alla fase dell'offerta può aggiudicarsi l’incarico. E anche dopo, i tempi devono essere mantenuti particolarmente ridotti, per lo sviluppo degli utensili fino alla prima campionatura dei componenti, così come nella produzione successiva, specialmente quando si passa alla produzione di massa o quando il componente diventa un gruppo assiemato.

Soluzione globale molto efficiente

Otto Bihler Maschinenfabrik offre un sistema globale coerente, altamente standardizzato e compatibile per queste attività. Si basa sulla più recente tecnologia Bihler per macchine e utensili, nella forma del sistema Bihler LEANTOOL in combinazione con la servo-trancia-piegatrice automatica GRM-NC, le nuove trancia-piegatrici LM 2000-KT e LM 2000-NC, un centro di lavorazione BZ attualmente in fase di sviluppo e il servo-sistema di produzione e montaggio BIMERIC. Il punto clou: lo strumento centrale LEANTOOL può essere utilizzato in modo adattabile e variabile su qualsiasi impianto Bihler. Tutti gli utenti possono quindi produrre pezzi tranciati e piegati da nastri e fili, nonché gruppi assiemati, in modo particolarmente rapido e flessibile, praticamente in qualsiasi dimensione di lotto e qualità richiesta. “È un sistema globale flessibile, modulare e reciprocamente compatibile che rappresenta la produzione del futuro e copre in modo ottimale tutte le esigenze dei clienti”, secondo Mathias Bihler. “Offre all'utente ogni potenziale di produzione desiderato, sia rispetto ad alti volumi di pezzi che per quanto riguarda ulteriori fasi di creazione di valore aggiunto”. Questa scalabilità, unita alla massima velocità, flessibilità ed efficienza del sistema globale, è unica nel settore e apre all'utente dimensioni completamente nuove in termini di competitività e posizionamento sul mercato.

Valore aggiunto standardizzato

Il cuore della soluzione produttiva del futuro è il sistema modulare standardizzato LEANTOOL di Bihler per lo sviluppo di utensili secondo il principio di lavorazione radiale o progressiva. La caratteristica saliente di questo sistema, che comprende anche i telai da taglio standardizzati della Meusburger disponibili a breve termine, è l'elevata percentuale di pezzi standard con cui è possibile configurare gli utensili corrispondenti. Questo non solo assicura la velocità decisiva nella produzione di utensili, ma rende quest’ultima anche particolarmente economica. Inoltre, il gran numero di pezzi standard permette di minimizzare i rischi nel calcolo preliminare, poiché i costi sono noti con precisione. Un altro grande vantaggio: il sistema LEANTOOL rende lo sviluppo di un utensile molto più semplice e trasparente di prima, poiché il progettista può ora concentrarsi interamente sulla progettazione del processo di tranciatura-piegatura, grazie ai pezzi standard e alla standardizzazione della macchina. L'utensile LEANTOOL così realizzato è compatibile con tutti i sistemi Bihler del nuovo sistema complessivo e può essere utilizzato sia per la produzione di prototipi e campioni che per la produzione di serie e di gruppi assiemati successiva. Questo elimina la necessità di utensili individuali complessi e costosi, riduce gli errori durante lo sviluppo e assicura il 100% di riproducibilità dei componenti, con un time-to-market molto breve.

Trasferimento semplice dell'utensile

In pratica, quindi, un utente può facilmente trasferire gli utensili che ha sviluppato per una tranciatrice e piegatrice automatica Bihler GRM-NC a tutti i sistemi Bihler servocomandati e comandati a camme del sistema complessivo. Il beneficio: tutti i profili di movimento degli utensili che sono stati ottimizzati sulla GRM-NC possono essere utilizzati uno ad uno per la produzione di camme a disco e l'utente può così trasferire un concept NC completamente sviluppato direttamente nella tecnologia a camme. E se ora il cliente richiede ulteriori fasi di lavoro sul componente e quindi alla fine una complessa produzione di gruppi assiemati, l'utente può portare gli utensili sulla piattaforma modulare BIMERIC ed eseguire lì le corrispondenti fasi a valore aggiunto, come la saldatura, la rullatura dei filetti, l'avvitamento o la manipolazione dei pezzi.

Prestazioni combinate

La compatibilità dei sistemi Bihler tra di loro garantisce cambi di utensili e processi di conversione molto veloci, di solito in meno di un'ora. Il sistema di controllo Bihler VariControl VC 1, facile e intuitivo da utilizzare, costituisce la piattaforma di controllo centrale per tutti i moduli Bihler utilizzati. Un aspetto importante in questo contesto è che la soluzione globale di produzione comprende anche i numerosi servizi di aiuto e supporto che la Otto Bihler Maschinenfabrik offre a tutti gli utenti durante l'intero processo di produzione. Uno dei punti salienti è l’app di Bihlerplanning, che fornisce informazioni preziose sul design dei componenti proprio all'inizio del processo, riducendo drasticamente il tempo necessario per preparare un’offerta. Inoltre, i servizi di manutenzione e assistenza forniscono un supporto prezioso e minimizzano i tempi di fermo macchina. Questi includono il nuovo Bihler AR Remote Service in streaming in tempo reale e le offerte VR per la formazione o la vendita, per esempio, nonché la comprovata fornitura di ricambi Bihler.

Utilizzo trasversale

Non ultimo, il sistema Bihler LEANTOOL, in particolare, prevede un'ampia gamma di servizi di assistenza e supporto che rendono particolarmente facile e attraente l'approccio alla tecnologia Bihler per i dipendenti più giovani. Un altro punto a favore, soprattutto per la forza lavoro più giovane, è che la soluzione Bihler completamente digitalizzata è totalmente collegabile in rete e offre le condizioni ideali per la produzione digitale in linea con il principio di Industria 4.0. “L'intera soluzione di produzione rappresenta uno standard globale in termini di tecnologia degli impianti e degli utensili che può essere utilizzato indipendentemente dalla posizione quando gli utensili vengono trasferiti da grandi aziende in tutto il mondo”, sottolinea Mathias Bihler. “Questo assicura il più alto grado di flessibilità e scalabilità, ideale per rispondere alla diminuzione delle dimensioni dei lotti e all'aumento della diversità delle varianti, con i più brevi tempi di allestimento, risultati riproducibili ed efficienza economica”. L'utilizzo della tecnologia NC garantisce la qualità necessaria dei componenti, il che a sua volta fornisce all'utente un'ulteriore sicurezza nella produzione. Allo stesso tempo, i dati basati su NC e ampiamente disponibili costituiscono la base per future ottimizzazioni e ulteriori sviluppi, ai quali la Otto Bihler Maschinenfabrik sta già lavorando a pieno ritmo.

#FOCUS

> altro
<
>